È online la prima mappatura dei Centri per i Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione, frutto del censimento in Italia di questi servizi all’interno del progetto MA.NU.AL (https://www.ccm-network.it/pagina.jsp?id=node/2401), che il Ministero della Salute ha affidato al Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità, e ha reso possibile la messa in rete di una piattaforma online, interattiva e aggiornabile in tempo reale, dove sono censiti tutti i centri dedicati alla cura dei DCA (disturbi del comportamento alimentare).

La mappatura attualmente raccoglie le strutture appartenenti al Servizio Sanitario Nazionale; al 31 dicembre 2021 sono 108 le strutture dedicate su tutto il territorio nazionale (101 del SSN e 7 del privato accreditato): 55 centri al Nord (di cui 19 in Emilia-Romagna), 18 al Centro Italia e 35 tra Sud e Isole e vi lavorano, in équipe multidisciplinari, 963 professionisti formati e aggiornati tra psicologi, medici, infermieri, assistenti sociali etc. Dal 2022 la mappatura coinvolgerà anche le strutture private accreditate.

Link alla piattaforma online: https://piattaformadisturbialimentari.iss.it/

Fonte: https://www.disabili.com/