La Misura B1 è finalizzata a garantire la permanenza a domicilio e nel proprio contesto di vita delle persone con disabilità gravissima. 

Si concretizza nell’erogazione di un Buono per compensare l’assistenza fornita dal caregiver familiare e/o da personale di assistenza impiegato con regolare contratto, pertanto non costituisce un intervento di sostegno al reddito in sostituzione di altri interventi mirati o sostitutivi di prestazioni di natura diversa garantite nell’area sociale.

La nuova DGR 2862/2020 ha specificato che in relazione agli strumenti della Misura B1:

  • viene riconosciuto il valore mensile del buono da € 400,00 a € 600,00 per compensare l’assistenza fornita dal caregiver familiare o per chi vive solo al domicilio con personale di assistenza, definendo tale valore come livello essenziale delle prestazioni sociali da garantire sull’intero territorio regionale per il 2020;
  • viene rimodulata la parte variabile del buono mensile prevista per la permanenza a domicilio della persona con disabilità gravissima e riconosciuta per sostenere, a titolo di rimborso, le spese del personale di assistenza regolarmente impiegato (es. badante, assistente familiare ex lr 15/2015, ASA/OSS, colf, educatore), da un minimo di € 200,00 a un massimo di € 500,00 e così articolata:
    • tempo pieno € 500,00, indipendentemente se convivente o non;
    • part time (almeno 25 ore) € 300,00;
    • < 25 ore € 200,00;
  • viene aumentato il valore mensile dei voucher di € 100,00 come di seguito evidenziato:
    • voucher mensile compreso fino ad un massimo di € 460,00 a favore di persone adulte, per il miglioramento della qualità di vita loro e delle loro famiglie;
    • voucher mensile fino a un massimo di € 600,00 a favore di minori, per promuovere il miglioramento della qualità della vita dei minori e delle loro famiglie;
  • viene aumentato il valore ISEE sociosanitario da € 20.000,00 a € 25.000,00 per accedere al riconoscimento dell’ulteriore buono sociale per i progetti di vita indipendente a favore delle persone con disabilità gravissima.

Inoltre, in caso di riconoscimento di Buono mensile di € 600,00 al disabile gravissimo che frequenta la scuola, per i mesi di luglio e agosto si riconosce, un Buono del valore di € 900,00 – a compensazione del maggior onere assistenziale per il caregiver familiare dovuto al periodo di chiusura della scuola; anche mediante la possibilità di scegliere i servizi di cura e le persone che li forniscono, alla valorizzazione del lavoro di cura del caregiver familiare. Quel che rileva è che l’assegno sia ancorato ad un bisogno di sostegno inteso come assistenza personale. 

Va precisato che con DGR 2954 del 16 marzo 2020 è stato differito il termine di presentazione della domanda al 30 aprile 2020 e garantita la continuità della Misura anche in caso di mancata presentazione della domanda o incompletezza documentale della stessa, nonché garantita la continuità della Misura per Febbraio e Marzo 2020 a prescindere dalla condizione economica (ISEE), pur con modalità diverse da un mese all’altro:

Modalità di erogazione della misura B1 ai beneficiari in carico al 31 gennaio 2020:

  1. per il mese di febbraio con pagamento entro il mese di marzo: il medesimo valore del buono erogato a gennaio 2020, anche in assenza di presentazione della domanda e a prescindere dalla valutazione economica;
  2. per il mese di marzo con pagamento entro il mese di aprile, valutata la dinamica dell’emergenza in atto:
    1. per coloro che hanno presentato domanda di rinnovo: un contributo corrispondente a quanto dichiarato in domanda, anche se incompleta di documentazione (dovuta ad oggettiva difficoltà di reperimento) e in attesa di perfezionamento;
    2. per coloro che non hanno presentato domanda di rinnovo: un contributo pari ad € 600,00 (livello essenziale regionale di assistenza per il caregiver familiare);

I contributi di cui al punto b) vengono liquidati alle persone in carico al 31 gennaio 2020 a titolo anticipatorio e saranno eventualmente conguagliati a conclusione delle verifiche e della definizione del progetto individuale (ad eccezione di coloro che non presenteranno domanda per superamento limiti ISEE).