A causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria e della chiusura delle scuola, il Governo ha provveduto (con il decreto legge Covid, n. 30 del 13 marzo, che ha anticipato alcuni interventi del Decreto Sostegni) per il prolungamento degli aiuti ai genitori costretti ad accudire i figli rimasti a casa.
E’ stato previsto un sostegno economico per acquistare servizi di baby sitting per i figli conviventi minori di 14 anni: un voucher di importo fino a 100 euro a settimana destinato ad alcune categorie di lavoratori per i periodi in cui figli si trovano a svolgere attività di didattica a distanza o sono in quarantena.
E’ fruibile se si hanno figli che frequentano le scuole fino alla media.

Nel caso di figli affetti da disabilità grave il provvedimento è valido per le scuole di ogni ordine e grado a cui sono iscritti e per i centri a carattere assistenziali di cui sono ospiti, chiusi a causa della pandemia.

Si tratta di un voucher da spendere in servizi di baby sitting per i periodi corrispondenti in tutto o in parte ai seguenti intervalli temporali:

  • durata della sospensione della didattica in presenza del figlio
  • durata dell’infezione da SARS Covid-19 del figlio
  • durata della quarantena del figlio disposta dal dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente a seguito di contatto ovunque avvenuto